Trustpilot

Asakusa, il vecchio quartiere di Tokyo

asakusa al tramonto

Asakusa, uno dei principali quartieri di Tokyo, non solo è nota per aver mantenuto intatto lo spirito dell’antica Edo ma ospita anche alcune delle principali attrazioni della metropoli. Intendiamoci, non vedrete samurai in costume d’epoca passeggiare per le strade ma potrete respirare, in qualche stradina secondaria, l’anima di una città pre-esistente la rivoluzione tecnologica. Si dice che molti abitanti del quartiere vivano qui da generazioni al contrario del resto della città che ha fatto dell’immigrazione la sua fortuna.

Asakusa, come arrivarci

Asakusa sorge sulle rive del fiume Sumida a nord est del palazzo imperiale, che per molti viene considerato il centro di Tokyo. E’ inserita nel distretto di Taito (una delle 23 municipalità di Tokyo) e i suoi quartieri confinanti sono Ueno e Akihabara.

La fermata della metro principale è Asakusa station (Asakusa line, Ginza line e le linee della Tobu railways). La Ginza line rende il quartiere facile da visitare anche da chi arriva dalla parte opposta della città (33 minuti di corsa da Shibuya).

Cosa vedere ad Asakusa

Chi ha poco tempo potrà visitare Ueno e Asakusa in mezza giornata limitandosi alle attrazioni principali. Chi invece vorrà prendersela con calma potrà trascorre senza difficoltà 4 o 5 ore nel quartiere. Di seguito una lista dei principali landmarks di questa zona..

Senso-ji

L’attrazione principale di Asakusa è il complesso templare di Senso-ji. Il portale di accesso principale Kaminarimon dista dalla metropolitana meno di 10 minuti. Passato il portale imboccate Nakamise dori, un lungo viale costellato di negozi di artigianato, souvenir e cibo unisce Kaminarimon al portale interno e al padiglione principale del tempio. Il Sensoji è il tempio buddista più importante di Tokyo ma non è sicuramente il più antico che visiterete nel vostro viaggio in Giappone. Tutto quello che vedrete ad Asakusa è stato ricostruito dopo la guerra. Il 10 marzo del 1945 la città, prevalentemente di legno, fu rasa al suolo dalle bombe incendiarie alleate.

Centro informazioni Turistiche

il palazzo disegnato da kengo kuma
Il centro informazioni turistiche

Il centro informazioni turistiche, un palazzo moderno progettato dall’archistar Kengo Kuma, vicino al Kaminarimon permette a tutti i visitatori di salire gratuitamente all’ultimo piano da dove è possibile ammirare il panorama. La terrazza all’aperto rende questo luogo ideale per una sosta.

Al piano terra potrete vedere un dettagliato plastico di tutto quartiere, recuperare numerose informazioni in lingua e acquistare diversi souvenir.

Azuma Bridge

la famosa cacca d'oro con ponte
La famosa “fiamma d’oro”

Dal ponte sul fiume Sumida potrete ammirare una particolarità dello skyline di Asakusa che è la flamme d’Or, il riconoscibile edificio progettato da Philippe Starck sede principale della birra Asahi. Sono diverse le interpretazioni che si danno a questo simbolo, ma gli abitanti di Tokyo, senza timore di mostrarsi irrispettosi, la chiamando semplicemente la cacca d’oro.

Chi vuole salire sulla terrazza della Asahi potrà sorseggiare una o più birre con una completa vista sul quartiere. Alcuni preferiscono questa attività al vicino SkyTree.

Skytree

Lo Skytree si può raggiungere in 20 minuti a piedi da Asakusa o con una singola fermata di metropolitana. E’ uno dei nuovi luoghi simbolo di Tokyo e il più alto punto panoramico (634 metri) per vedere la città. Il prezzo d’ingresso per l’osservatorio più alto (quasi 40€) non tiene lontani i turisti che normalmente si mettono in coda anche per più di un’ora.

Kappabashi

La statua di un kappa d'oro
Il Kappa è una figura mitologica metà uomo, metà rana.

A Kappabashi potete trovare tutto quello che vi serve per completare la vostra cucina giapponese. E’ infatti il quartiere principale per gli acquisti (all’ingrosso e al dettaglio) di utensili di cucina tradizionali. Piatti, bacchette, pentole, coltelli sono solo alcuni degli oggetti che potete trovare in questa strada. Molti vengono da queste parti per acquistare i famosi modellini di cibo in cera esposti dai ristoranti giapponesi. Se decidete di acquistare apparecchiatura elettrica (ad es. la piastra per i takoyaki) ricordate di verificare di non aver bisogno di un costoso adattatore !

Il luna park più antico del Giappone

giostra di asakusa
Una giostra di Hanayashiki

Avete letto bene, il parco Hanayashiki è il più antico del Giappone e risale ben al 1853. Ricostruito completamente dopo la guerra mantiene ancora oggi un certo look anni 80. Molte giostre sono per bambini piccoli ma alcune attrazioni faranno sollevare un sopracciglio anche ai più grandi. Se siete amanti della realtà virtuale e degli ultimi ritrovati tecnologici questo parco non fa per voi. Per chi vuole fare qualcosa di diverso e prova già nostalgia per qualcosa che sta per scomparire. L’ingresso bambini costa 500Yen mentre gli adulti pagano 1000Yen.

Don Quijote

Anche ad Asakusa è presente un punto vendita di questa famosa catena di negozi. Da Donki (come viene chiamato dai locals) troverete di tutto. Che stiate cercando carne di orso in scatola, una mano per grattarvi dietro la schiena o un costume di carnevale lo potrete trovare qui. Non credo sia necessario un pellegrinaggio a tutti i punti vendita di Tokyo ma se non ci foste ancora passati potete cogliere l’occasione all’ombra del Senso-ji.

Dove mangiare

Asakusa può essere molto turistica o molto autentica. Per un viaggiatore italiano appena arrivato e a digiuno di cultura locale potrà essere difficile capire la differenza. Sappiate che non vi troverete male in entrambi i casi, ma permettetemi di proporre qualche idea.

Magurobito

Sushi in piedi. Avete capito bene, si entra, si ordina, si mangia e si esce. Qui il sushi è uno snack veloce (facendo fede alle sue origini). Se volete assaggiare 3 o più diverse varietà di tonno in un colpo solo e capire come diversi tagli dello stesso pesce possano avere gusti molto diversi questo esperimento può fare per voi. Come dicevamo si tratta di uno snack.

il tonno di magurobito
Comprenderete la differenza tra questi 3 tagli di tonno?

Pizzeria Salvatore Cuomo

Non vi giudico. Se vostra moglie vi ha trascinato a Tokyo ma voi sognavate la costiera amalfitana l’unico modo per fargliela pagare è portarla a mangiare la pizza. Non è la migliore pizza di Tokyo ma si difende con onore. Ad Asakusa, temo non abbiate comunque molta altra scelta.

Nagaura Soba

Soba tradizionale in un negozio rustico ma non troppo. In piena estate vi suggerisco la soba fredda che si può accompagnare anche a della tempura (chiedete Tenseiro).

Hoppy Street

La sera (dopo le 17) nella bella stagione queste stradine si riempiono di tavolini all’aperto dove mangiare e bere. Si tratta di Izakaya, non stupitevi se alcuni vi porteranno un piattino di cibo senza che lo chiedate. Si paga ed è l’equivalente del nostro coperto.

izakaya all'aperto ad asakusa
Hoppy Street

Crociera sul fiume Sumida

Se volete raggiungere Odaiba o Hamarikyu Gardens (in centro a Tokyo) e non volete prendere il treno potete valutare una panoramica crociera sul fiume. Salite a bordo di un battello disegnato da Leiji Matsumoto (capitan Harlock) e salpate dal molo di Asakusa. Il prezzo del biglietto di viaggio è compreso tra 1200 e i 1800 yen a dipendere dalla tratta. Maggiori informazioni e orari sul sito ufficiale di Tokyo Cruise.

Asakusa nella cultura popolare

Se foste interessati a studiare qualcosa che riguardi il quartiere vi suggerisco Asakusa Kid, il libro autobiografico che racconta degli inizi di carriera di Takeshi “Beat” Kitano. Prima di diventare l’eclettico artista che conosciamo oggi Kitano era infatti solito calcare i teatri di Manzai (un tipo di sketch comico) di Asakusa.

0 0 vote
Article Rating

Condividi questo post

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Trustpilot
0
Lasciate un commentox
()
x