Trustpilot

Il Giappone riapre al turismo

aereo ana atterra in giappone

Abbiamo seguito l’andamento delle notizie che arrivavano dal Giappone per più di due anni e finalmente è arrivata quella che aspettavamo tutti: il Giappone riaprirà finalmente ai viaggi senza bisogno di visto nel corso di Ottobre 2022!

Durante una conferenza stampa a New York dopo la sua apparizione all’ONU, il primo ministro Fumio Kishida ha affermato che il Giappone allenterà ulteriormente i controlli alle frontiere. A partire dall’11 ottobre 2022, il Giappone riprenderà il programma di viaggi senza visto (visa waiver) e ad accettare turisti individuali.

Il Giappone eliminerà anche il limite agli arrivi giornalieri, che è attualmente fissato a 50.000 al giorno. L’annuncio di Kishida non includeva altri dettagli sulle modifiche ai test da fare prima della partenza o altri requisiti che potrebbero essere istituiti per i turisti individuali in entrata.

Anche se questa notizia dovrebbe essere letta come una riapertura completa, dobbiamo sottolineare che non tutti i dettagli sono stati resi noti. Sappiamo che molti di voi hanno domande, ma noi abbiamo ancora risposte. La notizia della riapertura è ufficiale , ma le linee guida di accompagnamento per chiarire le specifiche non sono ancora state rilasciate.

Se desideri essere informato non appena verranno rilasciate informazioni più specifiche dal governo giapponese, contattataci !

Come per le passate misure di allentamento delle frontiere, è probabile che il ministero preposto rilascerà ulteriori linee guida e risposte alle domande più frequenti nei prossimi giorni.

L’annuncio della riapertura del Giappone ai turisti individuali a partire dall’11 ottobre 2022 dovrebbe aiutare ad allentare la crisi economica che, come in altre nazioni, sta erodendo il potere d’acquisto dei suoi cittadini. 

Il Giappone è stato visitato nel 2019 da un record di 32 milioni di turisti. La promozione del turismo è stata fondamentale per il piano di rilancio economico dell’ ex primo ministro Abe, ed entrambi i successivi primi ministri hanno indicato le loro intenzioni di mantenere questa strategia

Sotto Abe, l’industria dei viaggi in Giappone era stata sostenuta dalla domanda sempre crescente. Il paese era pronto per un altro anno record a partire dall’inizio del 2020, con le Olimpiadi di Tokyo che avrebbero dovuto accelerare ulteriormente la crescita. Naturalmente, ciò non è accaduto: i numeri sono infatti crollati a causa dei confini chiusi.

L’anno scorso, solo 246.000 visitatori stranieri (per lo più visti business) sono entrati in Giappone, la cifra più bassa da quando viene tenuto un registro dei dati (1964).

I tentativi del Giappone di riaprire tramite viaggi organizzati non hanno fatto molta differenza e forse erano solo misure simboliche per rassicurare il pubblico sul fatto che il paese potesse riaprire in sicurezza. Gli arrivi dall’estero sono stati infatti solo 169.800 ad agosto, 6,6 volte superiori a quelli di agosto 2021, ma di ben poco conto rispetto al potenziale.

Il Giappone, ad oggi, mantiene infatti l’audace obiettivo di attirare 60 milioni di visitatori stranieri entro il 2030.

Panorama con Tokyo Tower vista da Roppongi hills

In particolare, l’Organizzazione nazionale del turismo giapponese ha fissato il 2024 come obiettivo per il ripristino dei livelli di viaggio internazionali del 2019. 

L’economia

Ciò potrebbe essere almeno in parte compensato dall’indebolimento dello yen, che è sceso di circa il 25% da inizio anno. La Banca del Giappone è recentemente intervenuta a sostenere la moneta nazionale per la prima volta in 24 anni. Nonostante ciò, lo yen è ancora ai livelli più bassi sul dollaro dal 1998.

È improbabile che anche questo intervento inverta le tendenze generali. La Banca del Giappone ha riaffermato l’impegno a una politica monetaria espansiva, mentre la Federal Reserve statunitense e altre banche centrali occidentali hanno aumentato ripetutamente i tassi di interesse e hanno segnalato l’intenzione di continuare a farlo fino al 2023. Questi approcci divergenti comporteranno un effetto ribassista per lo yen, a meno che la banca centrale non modifichi la sua posizione.

Poiché un numero sempre maggiore di consumatori giapponesi sente il peso dell’inflazione, sono sempre di più le critiche sul fatto che lo yen debole ne sia il colpevole. Già impantanato dalle controversie sulla Chiesa dell’Unificazione e sui funerali di stato di Abe, questo malumore popolare sta generando diversi grattacapi al premier Kishida.

Un modo per compensare parzialmente a questo danno economico, e per consentire al Giappone di trarre vantaggio dallo yen più debole, è quindi rilanciare i viaggi in entrata nel paese.

Nelle ultime settimane, più leader di governo e gruppi imprenditoriali sono stati più espliciti al riguardo, incluso lo stesso Kishida. “È importante rafforzare il nostro potere di guadagno promuovendo le esportazioni agricole e il turismo in entrata… per godere dei vantaggi di uno yen debole”, ha detto Kishida durante una conferenza stampa.

Con questa riapertura completa, si prevede che il Giappone vedrà la spesa dei turisti in entrata recuperare a circa 2,5 trilioni di yen (17,5 miliardi di dollari) in un anno, o circa la metà del livello pre-pandemia nel 2019, secondo gli economisti di SMBC Nikko Securities.

Ciò è in parte dovuto al fatto che uno yen più debole rende più economici i viaggi all’estero in Giappone e aumenta il potenziale di spesa per il turista. 

Quando il tasso di cambio è più favorevole, i visitatori si concedono sistemazioni di livello più elevato, beni di lusso, ristoranti e altro ancora. Si ritiene che uno yen più debole possa anche attirare visitatori più facoltosi.

Tuttavia, la ripresa del numero di turisti in entrata dovrebbe essere graduale per un paio di ragioni. In primo luogo, sono poche le persone a programmare viaggi internazionali all’ultimo minuto. Il Giappone riapre in tempo per la popolare stagione del foliage autunnale, ma lo fa con meno di due mesi di preavviso.

Aspettative di ripresa lenta

Sebbene molti viaggiatori di Watabi abbiano espresso il desiderio di tornare in Giappone al più presto, questo non è rappresentativo del mercato turistico su scala globale. I viaggiatori normali non aspettano con ansia questa notizia; la maggior parte ha già portato i propri piani di viaggio autunnali verso altre destinazioni. Molti hanno già prenotato anche i viaggi di primavera. 

Mentre gran parte del mondo ha sostanzialmente chiuso con il COVID, le misure sanitarie e le pressioni sociali rimangono forti in Giappone.

Proprio nella giornata di ieri, Fuji News Network ha rivelato che il governo presenterà un disegno di legge che modificherà la legge che disciplina gli hotel e le locande, consentendo loro più potere per far rispettare le misure di prevenzione. In particolare, ciò consentirebbe agli hotel di rifiutare l’ingresso agli ospiti che non indossano mascherine e di seguire altre misure per monitorare i contagi.

Indossare la mascherina è ancora un must in Giappone, i divisori in plexiglass sono diffusissimi nei ristoranti così come tante altre misure che sono state abbandonate più di un anno fa in molti paesi qui sono ancora in vigore.

Nara, monte wakakusa incendiato

Nelle prossime settimane parleremo ampiamente dal Giappone delle nostre esperienze, da visitatori straniero nel 2022 (e all’inizio del 2023), cosa è cambiato e le spese per visitare il Giappone nel 2022-2023 con uno yen più debole, e altro ancora.

Non vediamo l’ora di rivisitare i nostri luoghi preferiti, vedere gli amici in Giappone per la prima volta in oltre due anni e continuare a creare documentazione e risorse gratuite su questo sito. Siamo più che estasiati da questa notizia, ma sappiamo che ci aspettano un sacco di cose da fare. Resta sintonizzato mentre seguiamo gli ulteriori aggiornamenti e dettagli sulla riapertura completa e condividi altre nostre esperienze in Giappone!

Se stai programmando una visita in Giappone quest’anno, dai un’occhiata alla nostra  Guida all’autunno  alla visualizzazione del fogliame autunnale per iniziare a pianificare il tuo viaggio per visitare le famose città del fogliame autunnale del Giappone, tra cui Kyoto, Tokyo, il Monte Fuji, Miyajima, Hiroshima , Himeji e Nara. Ciò offre anche suggerimenti per evitare la folla e strategie per visitare i migliori templi, santuari e luminarie serali.

Se stai programmando un viaggio in Giappone, dai un’occhiata ai  nostri altri post sul Giappone  per trovare idee su altre cose da fare! Ti consigliamo inoltre di consultare la nostra  Guida definitiva a Kyoto  e  Guida definitiva a Tokyo  per pianificare.

Che ne pensate

Avete prenotato il volo per il Giappone l’11 ottobre 2022 ora che i viaggi individuali senza visto saranno nuovamente consentiti? O state ancora aspettando che vengano revocate ulteriori restrizioni?  Qualche domanda? Leggere le vostre opinioni e le vostre esperienze è sia interessante per noi che utile per altri lettori, quindi condividete i vostri pensieri e domande qui sotto nei commenti!

0 0 votes
Article Rating

Condividi questo post

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Trustpilot
0
Lasciate un commentox