Trustpilot

Shodoshima: il mediterraneo tra le isole giapponesi

Il mulino a vento di Shodoshima - Watabi

A pochi chilometri dallo Shikoku, nel tranquillo mare giapponese, sorge l’isola di Shodoshima. Questa piccola isola è sempre più oggetto di interesse per chi desidera un viaggio in Giappone più vero, lontano dai percorsi turistici, ma allo stesso tempo comodo da raggiungere e vicino alle arterie principali.

Shodoshima: cenni storici e geografici

Quando pensiamo alle isole giapponesi sicuramente possiamo farci venire in mente le isole tropicali di Okinawa, ma non ci verrebbero mai in mente le isole greche dalle forme dolci e sinuose e dalla vegetazione mediterranea. Invece se prendete il traghetto da Takamatsu verso Shodoshima, nella regione dello Shikoku, vedrete stagliarsi davanti a voi il paesaggio mozzafiato del mare interno di Seto, con ben più di mille isole dalle dimensioni e forme più varie che hanno poco delle isole tropicali ma assomigliano maggiormente alle isole che troviamo nel nostro amato Mediterraneo.

Shodoshima è infatti famosa per le sue piantagioni di ulivi, che la rendono paesaggisticamente parlando molto mediterranea. E’ qui che a partire dal lontano 1908 è iniziata, per la prima volta in Giappone, la coltivazione degli ulivi. Questa ha attecchito grazie al clima, simile a quello mediterraneo, di tutta l’area, facendo diventare l’isola uno dei principali produttori di olive e olio di tutto il Giappone.

Cosa vedere a Shodoshima

Ecco una lista delle 7 cose da vedere a Shodoshima durante una giornata del vostro viaggio in Giappone :

Olive Park

numerosi ulivi con il mare sullo sfondo

Oggigiorno le olive sono diventate praticamente un’attrazione turistica, infatti uno dei luoghi più visitati è il cosiddetto “Parco delle Olive di Shodoshima”, un bosco di ulivi dove ne è iniziata la coltivazione circa un secolo fa. Qui ci si può rilassare passeggiando per i viali che si arrampicano sulle colline ricche di ulivi, e si può anche trovare la copia di un mulino a vento che convoglia l’impressione di trovarsi in una sperduta isola nell’Egeo.

All’interno del parco si trovano anche un museo dove è possibile apprendere la storia della coltivazione delle olive sull’isola di Shodoshima, un caffè, un ristorante e diversi negozi dove è possibile comprare diversi prodotti legati alla coltivazione locale delle olive, come l’olio, caramelle al gusto di olio, cosmetici fatti con l’olio d’oliva, spaghetti fatti di pasta di olive, e perfino il gelato al gusto di oliva. Nello stesso edificio si possono trovare anche dei bagni termali chiamati non a caso “Sun Olive” che traggono l’acqua da una profondità di 1,6 chilometri, dove si possono sperimentare 8 vasche di temperatura diversa e da cui si può godere una splendida vista sul mare.

La spiaggia di Olive beach

una spiaggia dove fare il bagno in giappone

Dal momento che si tratta di un’isola mediterranea non possono mancare le spiagge dove potrete godervi il sole e il mare. Una delle più popolari è “Olive beach” che si trova proprio di fronte al museo. Qui potrete rilassarvi e fare il bagno in un mare cristallino.

Angel Road

la spiaggia di angel road dall'alto

La passeggiata lungo la cosiddetta Angel Road è un qualcosa da non perdere: questo magico sentiero di sabbia che collega tre isolette crea un paesaggio mozzafiato. Affrettatevi a percorrerlo però perché con l’alta marea però il sentiero scompare completamente. Si dice che se una coppia riesce ad attraversare mano nella mano l’intero sentiero fino alla fine vivrà per sempre felice e serena.

Kankakei Gorge

la vista della funivia di shodoshima in autunno

L’isola di Shodoshima offre paesaggi molto diversi tra loro: oltre al mare potrete scegliere anche di godervi la vista di una delle tre gole più belle del Giappone, denominata Kankakei. Questa gola si trova proprio al centro dell’isola ed mostra il suo volto migliore durante l’autunno, circondata com’è da alberi sulle pendici dei monti dai colori accesi che vanno dal rosso vermiglio al giallo acceso . Se raggiungete l’osservatorio, posto sulla cima più alta dell’isola, godrete di una delle viste più belle di questa gola e dell’isola intera. L’osservatorio è raggiungibile a piedi, se amate l’hiking, con la funivia oppure in macchina se ne avete noleggiata una.

Senmaida, i terrazzamenti di riso

le verdi risaie nella valle interna di shodoshima

Nell’interno dell’isola potete anche perdervi tra i terrazzamenti di riso, chiamati Senmaida (letteralmente “le mille risaie”), adagiati sulle colline. Questi creano un bellissimo paesaggio rurale in cui potrete immergervi scoprendo mille forme e colori. Nel villaggio a fianco delle risaie potrete trovare anche un antico teatro dove vengono messe in scena spettacoli di Kabuki fin dal periodo Edo (XII secolo).

Pellegrinaggio degli 88 templi

Shodoshima non lascerà insoddisfatti neanche gli appassionati di templi giapponesi: infatti l’isola è il centro di un percorso di pellegrinaggio che comprende ben 88 templi e che inizia dal porto di Sakate e percorre in senso orario l’intera isola di Shikoku. Lungo il percorso di questo pellegrinaggio troverete templi di tutte le dimensioni, da grandi complessi a semplici templi di campagna. Occorrono circa due settimane per visitare tutti i templi percorrendo il tragitto a piedi come da tradizione.

Eventi e festival a Shodoshima

Gli amanti dell’arte avranno piacere di sapere che l’isola ospita ogni tre anni il Setouchi International Art Festival. Negli anni in cui non avviene il festival si possono ammirare le installazioni artistiche permanenti delle manifestazioni passate che si trovano in varie parti dell’isola, concentrate soprattutto intorno al porto lungo la costa meridionale.

Shodoshima è un’isola con paesaggi e attrazioni per tutti i gusti, è una meta consigliata a tutti i tipi di viaggiatori, sia per chi si voglia rilassare, sia per chi voglia vivere un’avventura lontana dai percorsi turistici più blasonati.

Shodoshima è un’isola con paesaggi e attrazioni per tutti i gusti, è una meta consigliata a tutti i tipi di viaggiatori: per chi si voglia rilassare, per chi voglia vivere un’avventura lontana dai percorsi turistici più blasonati, per chi voglia fare un viaggio individuale e per chi invece un viaggio di gruppo.

Condividi questo post

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami

Trustpilot