Trustpilot

Sapporo: guida al capoluogo dell’Hokkaido

Edificio in mattoni rosso chiamato Hokkaido government Building - Watabi

Sapporo: una panoramica generale

Sapporo è il capoluogo dell’isola di Hokkaido nonché la quinta città più grande del Giappone per popolazione. Ciò potrebbe non risultare così sorprendente a meno di non notare che nel 1857 la popolazione della città arrivava appena a sette persone. Il repentino sviluppo di Sapporo si dovette alla decisione del governo giapponese di colonizzare la regione di Hokkaido e di rendere Sapporo il centro amministrativo dell’isola (a scapito della popolazione indigena Ainu che risiedeva in questo territorio da migliaia di anni). Per la sua costruzione fu presa a esempio la città di Kyoto, di cui ancora oggi possiamo notare le somiglianze nella rete stradale principale a forma di scacchiera, con alcuni ritocchi in stile Nord-Americano.

Nonostante la sua remota posizione a Nord dell’arcipelago, il dinamico centro urbano di Sapporo offre tutto ciò che si può desiderare da una città giapponese: cibo tradizionale con sapori unici, locali e negozi per lo shopping all’ultima moda ed una vita notturna movimentata. Seppur molti viaggiatori vedano Sapporo come una semplice tappa prima di addentrarsi fra le montagne e le bellezze naturali della regione dell’Hokkaido, la città offre in realtà attrazioni e divertimenti in quantità tale da occupare ben più di qualche ora.

Sapporo vista dall'alto - Watabi
Tramonto invernale su Odori Park a Sapporo

Clima di Sapporo e quando visitare la città

A Sapporo non ci si può lamentare per il caldo ! La temperatura media annuale è di circa 10 gradi Celsius, con estati che non spingono i termometri oltre i 25° ed inverni che fanno raggiungere la colonnina di mercurio i -20° nonostante la temperatura media rimanga di -10°. L’inverno porta normalmente lunghe nevicate per almeno un paio di mesi consecutivi. Nonostante Sapporo si trovi all’incirca alla stessa latitudine di Firenze i freddi venti dalla vicina Siberia e l’assenza di barriere montane portano le medie stagionali ad essere molto più rigide.

TemperatureGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Max-1041217222526221682
Min-7-7-3381317191481-4

Tutte le stagioni sono ad ogni modo un buon momento per una visita a Sapporo. Nei mesi più caldi si tengono infatti moltissimi festival cittadini, solitamente feste della birra (di cui la città è una grandissima produttrice) o di cibo tradizionale. In inverno invece è il bellissimo paesaggio innevato ad attrarre numerosi turisti, pensate che in occasione dello Snow Festival di Febbraio (evento che ha ormai raggiunto una fama di livello mondiale) la popolazione della città raddoppia sistematicamente.

Vi diamo adesso alcuni consigli per le attrazioni che non dovreste assolutamente perdere durante una visita in questa città.

Un tram verde degli anni 80 mentre fa scendere alcuni passeggeri
Un caratteristico tram di Sapporo

Cosa vedere a Sapporo

Sapporo è una città piuttosto estesa ma i punti di interesse non sono moltissimi e la città è visitabile comodamente in un paio di giornate al massimo. Di seguito alcuni

Torre dell’orologio e Odori Park

La Clock Tower di Sapporo è uno dei simboli di Sapporo anche se, lo diciamo subito, per un turista occidentale potrebbe non suscitare particolare interesse. E’ una costruzione in stile colonico americano risalente al 1878 che ospita al giorno d’oggi un museo sulla storia della città e dell’edificio. A pochi passi a piedi dalla Clock Tower potrete ammirare un’altra torre ben più alta e moderna: la Sapporo Tower. Questa, al pari della Tokyo Tower, nasce come torre per le radiocomunicazioni e con il tempo diventa meta turistica. Dalla vetta della torre (accesso 720Yen) si può ammirare il lungo parco Odori e le montagne che circondano Sapporo. Il parco taglia idealmente la città a metà dividendola tra nord e sud e nel mese di febbraio ospita il famoso Sapporo Snow Festival.

Palazzo governativo di Hokkaido

Se foste interessati alla storia di Hokkaido e alla sua colonizzazione vi suggerisco di visitare il museo ospitato all’interno dell’ex palazzo del governo. L’edificio, costruito nel 1888 in stile neo-barocco americano, è di modesto interesse e l’intera visita non vi richiederà più di un’ora. L’ingresso è gratuito.

il palazzo governativo di Sapporo
La sede del primo governo di Hokkaido

Il quartiere notturno di Susukino

Come ogni grande città giapponese anche Sapporo ha il suo quartiere dei divertimenti notturni. Il più grande a nord di Tokyo ospita locali e ristoranti per tutti i gusti. Vogliamo segnalare in modo particolare il ramen di Sapporo, piatto al quale è dedicato un intero vicolo: Ganso Ramen Yokocho.

le insegne luminose del vicolo del ramen di Sapporo

La fabbrica della birra Sapporo

Il Giappone è un grande produttore di birra ed esiste un gran numero di birrai e marche di birra giapponese, tuttavia tre sono quelle che spiccano nell’immaginario collettivo (e negli scaffali dei supermercati): Asahi, Kirin e Sapporo. Quest’ultima, il cui nome risale naturalmente alla omonima città di origine, è anche una delle più antiche birre del paese ed il suo stabilimento originale di produzione risale all’anno 1877.

Questa antica fabbrica di birra Sapporo è oggi diventata il primo ed unico museo giapponese dedicato alla birra. Visitando il suo classico edificio in mattoni rossi si può conoscere la storia non solo della fabbrica originale o del processo di produzione della birra Sapporo, ma anche della nascita e dello sviluppo della birra nell’intero paese. Il museo offre anche dei tour guidati con personale che illustrerà la storia dell’edificio e che infine vi verserà della buona birra Sapporo, permettendovi di assaggiarne le diverse tipologie.

Proprio a fianco del museo vi consigliamo di non trascurare il Beer Garden, un’area ricca di locali e ristorantini dove potrete abbinare la birra alle ottime specialità locali, fra cui carne o pesce alla griglia e barbecue a base di agnello.

Fotografia di 8 poster di vecchie stampe pubblicitarie riguardanti la birra Sapporo
Reclame anni ’20 della birra Sapporo in mostra al museo della birra

Il villaggio storico dell’Hokkaido

Questo museo a cielo aperto consta di circa sessanta edifici riprodotti nel perfetto stile dell’antico Hokkaido. L’area ricrea quindi l’atmosfera e lo stile di vita che una città di questa regione poteva avere molti anni fa, nei periodi Meiji, Taisho e gli inizi dell’era Showa (quindi a partire dalla seconda metà del 1800 fino al 1930 circa).

Il villaggio storico è suddiviso a sua volta in quattro sezioni principali, ognuna con le sue particolari riproduzioni: un antico centro urbano, un villaggio agricolo, un villagio di pescatori, ed un villaggio montano. In ognuna di queste aree si ha come l’impressione di aver fatto un tuffo nel passato. Si possono infatti ammirare gli interni delle tipiche case, con stanze completamente arredate e piene di oggetti, libri e vestiti del tempo.

Per spostarsi all’interno del villaggio vi sono anche alcuni carri trainati da cavalli, che in inverno diventeranno naturalmente slitte. A pochi minuti dal villaggio troverete inoltre il Museo dell’Hokkaidoche documenta la storia e le bellezze naturali della regione prestando anche particolare attenzione alle popolazioni indigene Ainu.

Queste sono soltanto alcune fra le attrazioni che vi consigliamo di visitare a Sapporo, ma ve ne sono veramente moltissime e per tutti i gusti. I parchi della città sono ad esempio tappe imperdibili in tutte le stagioni, fra di questi specialmente il parco Odori, il parco Moerenuma ed i giardini botanici dell’università dell’Hokkaido. Per quanto riguarda invece, la vita notturna non si può certo fare a meno di suggerire il distretto di Susukino che si sveglia proprio quando buona parte della città va a dormire. Susukino nasce originariamente come quartiere a luci rosse di Sapporo, ma ad oggi è popolata soprattutto da pub, karaoke, sale da gioco e dai tipici bar izakaya giapponesi.

Sapporo Snow Festival

In Hokkaido in generale si tengono svariati festival invernali dedicati alla neve. Il più famoso di questi è senza dubbio il Sapporo Snow Festival, che ogni anno richiama più di 2 milioni di visitatori in questa fredda città.

Il festival nasce nel lontano 1950, quando per gioco alcuni liceali scolpirono sei pupazzi di neve nel parco Odori, il principale parco di Sapporo. Anno dopo anno molte persone si unirono e presero parte a questa stravagante ricorrenza e col tempo anche diverse grandi aziende ed enti pubblici iniziarono ad apportare il loro contributo con bellissime sculture di neve.

Le recenti edizioni del festival hanno contato più di 400 sculture di neve o ghiaccio ed ogni anno queste sembrano aumentare stabilmente. Il parco di Odori rimane tutt’oggi la sede principale, tuttavia questa celebrazione ha acquisito così tanta popolarità da essere estesa anche a molti altri parchi della città di Sapporo. Come se non bastasse, durante i giorni dello Snow Festival oltre alle popolari sculture di neve, si svolgono anche entusiasmanti gare di velocità su slitte ed addirittura musical recitati su piste da pattinaggio sul ghiaccio. Un’esperienza veramente imperdibile per gli amanti della neve e delle attività invernali!

Inutile dire che per l’occasione le strade della città saranno punteggiate da stand e bancarelle di cibi e bevande tradizionali, per cui il festival si rivela anche un’ottima opportunità per un pò di sano “turismo culinario”.

Nel 2020 il Sapporo Snow Festival si terrà dal 31 Gennaio al 11 Febbraio. La vicinanza di date con il capodanno cinese potrebbe aumentare sensibilmente il numero di turisti. Chi desidera viaggiare in quei giorni si consideri avvisato !

Una gigante scultura di neve che partecipa al Sapporo Snow Festival
Una scultura in neve ispirata a Star Wars

Se siete affascinati ed incuriositi dalla cultura del Sol Levante e vorreste fare un Viaggio in Giappone non esitate a contattarci: siamo un Siamo un Tour Operator per il Giappone da molti anni e saremo lieti di aiutarvi.

Condividi questo post

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami

Trustpilot